Crea sito

Le Seadas

Ingredienti

500 g di farina di semola di grano duro, 50 g di strutto, 400 g di casu furriau(formaggio fresco leggermente acidulo), 1 o 2 limoni, sale, acqua, miele di corbezzolo, strutto per friggere.

Versare in una ciotola capiente la farina, mettere al centro lo strutto, lavorare gli ingredienti aggiungendo un pò d'acqua calda leggermente salata, l'impasto dovrà risultare morbido ed elastico, avvolgerlo con la pellicola e metterlo in frigo per un' ora.

Nel frattempo, in un tegame con 2 cucchiai di acqua far sciogliere il formaggio tagliato a pezzetti, in modo che diventi morbido e filante, quando si è intiepidito, formare dei dischi sottili e disporli su carta forno, pronti per l'uso.

Con l'impasto ben lavorato, formare dei dischi sottili di media grandezza, mettere il formaggio e un pò di scorza di limone grattugiata nella metà dei dischi e con le altre metà chiuderli sigillando bene i bordi.

Friggere le Seadas nello strutto una per volta, scolatele con cura e su ogniuna mettere il miele.

Per quanto riguarda il formaggio, per chi non é in Sardegna é difficile trovarlo, si può usare il "primo sale" lasciandolo 2 giorni fuori dal frigo per prendere una punta di acido, oppure usare la scamorza o il galbanino. Usando questi ultimi due formaggi, non occorre fare il passaggio in tegame, tagliarli a fettine sottili e metterli al centro di ogni disco con un pò di scorza di limone grattugiata.

 

Casadinas

Ingredienti

Per la sfoglia: 1 Kg di semola di grano duro, 1 bicchiere di acqua calda, 200 g di strutto, 1 pizzico di sale.

Per il ripieno: 1 Kg di formaggio, 2 cucchiai di semola di grano duro, 4 tuorlo, la scorza grattugiata di 1 limone, 1 etto di uva passa, zafferano, 1 etto di zucchero.

Versare la farina in una ciotola capiente, aggiungere lo strutto a temperatura ambiente, e ammalgamare gli ingredienti aggiungendo all'impasto l'acqua calda leggermente salata, lavorare  fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico, farlo riposare in frigo per una mezz'ora.

Nel frattempo preparare il ripieno, in una ciotola grattugiare il formaggio, aggiungere lo zucchero, l'uva passa, la scorza del limone grattugiato, i tuorli, lo zucchero e lo zafferano, ammalgamare per bene tuttti gli ingredienti.

Stendere l'impasto in una sfoglia sottile, con un piattino da caffé ritagliare dei dischi, mettere al centro di ogniuno il ripieno, piegare la sfoglia verso l'interno formando dei canestri con 5 angoli, pizzicandoli con le dita.

Infornare a 150° per 30 minuti circa.

 

 

Pabassinas

Ingredienti

200 etti di mandorle, 200 etti di noci, 2 etti di uva passa, 50 g di farina, la scorza grattugiata di un limone, semi di finocchio, cannella, mezzo litro di sapa, traggera.

Spellare le mandorle e tostarle in forno, una volta fredde tritarle con le noci. Mettere in una ciotola con l'uva passa, la scorza del limone grattugiata, i semi di finocchi tritati, la farina e la cannella, ammalgamare tutti gli ingredienti con la sapa, versandola poco per volta cercando di ottenere un composto consistente. Prendere un pò di impasto e modellarlo a forma di rombo, mettere i rombi ottenuti in una teglia con carta forno, infornare a 150/160° per 20 minuti circa, spennellare i dolci con la sapa e mettere sopra la traggera.

Tilicas

Iingredienti

Per il ripieno: 250 g di farina di semola di grano duro, 150 g di mandorle dolci spellate, 1 litro di sapa, la scorza grattugiata di 2 arance.

Per la sfoglia: 1 Kg di farina di semola di grano duro, 250 g di strutto a temperatura ambiente, acqua calda q.b, sale.

Versare la farina in una ciotola capiente e lavorarla con lo strutto e un pò d'acqua calda leggermente salata fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico, far riposare l'impasto in frigo, nel frattempo preparare il ripieno tritando le mandorle, metterle in una ciotola, unire la sapa, la farina e la scorza delle arance, ammalgamare gli ingredienti fino ad ottenere in composto consistente.

Stendere l'impasto in una sfoglia sottile con la macchina o il mattarello, ritagliare dei rettangoli lunghi 10 cm e larghi 5/6 cm, mettere al centro di ogni rettangolo il ripieno, piegare i bordi verso l'alto e chiuderlo ad anello oppure a spirale, infornare a 120° 150° per 10/15 minuti.

 

S'arantzada

Ingredienti

200 g di mandorle spellate, 250 g di miele, 500 g di scorze d'arancia, pirottini di carta.

Tagliare a striscioline sottili le mandorle e tostarle in forno  per alcuni minuti. Tagliate a striscioline sottili le scorze d'arancia metterle a bagno cambiando spesso l'acqua, questo procedimento fà perdere l'amaro alle scorze, dopodiché farle bollire per un quarto d'ora, scolarle e asciugarle. In un tegame, preparato per la cottura a bagnomaria, mettere il miele e le scorze d'arancia e cuocere a fiamma bassa per 2 ore, al termine della cottura aggiungere le mandorle e ammalgamare il tutto.

Quando il composto si é intiepidito versarlo nei pirottini.

 

 

 

Pardulas

Ingredienti

Per la sfoglia: 400 g di semola di grano duro, 500 g di strutto, sale.

Per il ripieno: 500 g di ricotta, 3 uova, la scorza grattugiata di 2 limoni e 2 arance non trattate, zafferano, semola, zucchero semolato.

Versare la farina in una ciotola capiente, aggiungere lo strutto, il sale, e un pò d'acqua calda, qualche cucchiaio, lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico, farlo riposare in frigo per un ora.

Nel frattempo lavorare la ricotta con la scorza dei limoni e dell'arance, le uova, 2 cucchiai di semola e due cucchiai di zucchero e lo zafferano.

Stendere l'impasto in una sfoglia sottile, ritagliare dei dischi grandi quanto un piattino da caffé, disporre al centro dei dischi il ripieno, piegare la sfoglia verso l'interno formando dei piccoli canestri con 5 angoli, pizzicandoli con le dita.

Mettere i dolci in una teglia con carta forno, cuocere in forno a 170° per 30 minuti.

Gueffus

Ingredienti

1 Kg di zucchero, 1 Kg di mandorle, la scorza grattugiata di un limone, 1 bicchierino di "filu 'e ferru", acqua.

Mettere a bagno in acqua calda le mandorle per facilitare la spellatura. Spellate le mandorle tritarle molto finemente, mettere sul fuoco un tegame con  lo zucchero e qualche cucchiaio d'acqua, unire le mandorle, il liquore e la sorza di limone grattugiata, mescolare per amalgamare gli ingredienti, quando il composto si sarà un pò freddato fare delle piccole palline, passarle nello zucchero e metterle ad asciugare in un vassoio, una volta asciugate avvolgerle nella carta velina colorata.  

Amaretti

Ingredienti

300 g di zucchero, 200 g di mandorle dolci, 100 g di mandorle amare, 3 bianchi d'uovo.

Per la decorazione, facoltativa, mandorle pelate e ciliege candite.

Mettere a bagno in acqua calda le mandorle per facilitare la spellatura. Spellate le mandorle, asciugatele e tritatele finemente o passatele al mixer, amalgamare il composto ottenuto con lo zucchero, sbattere bianchi d'uovo e unirli delicatamente al composto di mandorle e zucchero, a poco a poco, fino ad ottenere un composto da poterlo lavorare con le mani, lasciar riposare il composto per una mezz'ora. Con l'impasto fare delle palline, aiutandosi bagnando le mani, passarle nello zucchero  e disporle in una teglia con carta forno ben distanziate tra di loro, perchè in cottura cresceranno, al centro di ogni amaretto mettere mezza ciliegia candita o una mandorla dolce. Infornare a 150° per venti minuti, toglierli dal forno e aspettare che si sfreddino prima di staccarli.     

 

Pan'e saba

Ingredienti

500 g di farina, mezzo litro di sapa, 200 g di noci tritate, 200 g di mandorle tritate, 100 g di pinoli tritati, 200 g di uva passa ammollata in acqua tiepida, una bustina di lievito di birra(7g) o un panetto da 25 g, 20 g di scorza di arancia tritata finemente.

Torrone

Ingredienti

500 g di miele, 500 g di mandorle dolci, 2 albumi, ostie.

Mettere le mandorle in un pentolino con acqua fredda, farle bollire per 15 minuti, scolarle e farle freddare quel tanto che basta per non scottarsi, sbucciarle e metterle a tostare in forno a 140° per 15 minuti, devono dorare.

Foderare dei recipienti, tipo quelli per il plum cake, con le ostie.

Versare il miele in un tegame con i 2 albumi e cuocere a fiamma bassissima per almeno quattro ore mescolando di continuo con un mestolo di legno. Ogni tanto verificare la consistena  del composto versandone un pò in un bicchiere di acqua fredda, se si indurisce il punto di cottura è giusto e a questo punto versare le mandorle tritate e continuare la cottura ancora per mezz'ora, versare il composto nelle forme e aspettare che si freddi.

A piacere sostituire le mandorle con le noci o le nocciole.